La strada giusta

Cammino a due metri da terra, ho paura di dirlo perché non vorrei che tutto questo svanisca ma sto vivendo un sogno. Con tutte le difficoltà che comporta l’avvio e la gestione di un albergo, le soddisfazioni non tardano ad arrivare. La “stagione”, l’estate, si avvicina e cominciano ad arrivare i primi ospiti e i complimenti che mi fanno cominciano a terrorizzarmi. Mi chiedo se sarò in grado di mantenere questi standard, se riuscirò a superare i tanti limiti del mio lavoro e del mio hotel, prima che questi minino il progetto di qualità che ho sviluppato.

I buoni riscontri mi infondono coraggio, danno fiducia alle mie decisioni future perché confermano le scelte fatte nell’avviare questa attività che si sono dimostrate quelle giuste.

Ho sempre detto di voler fare ospitalità e non turismo, la strada è corretta, speriamo il motore regga.

Comments are closed.