L’amico della signora Victoria

È arrivata l’estate e con essa tante richieste per una località balneare come Marina di Ascea. Le e-mail e le telefonate non si contano, tante anche le persone che si fermano a vedere l’albergo e a chiedere informazioni. Da parte di chi visita la struttura, non mancano mai i complimenti sulla pulizia, sulla vivibilità degli ambienti, sull’attenzione ai dettagli ma poi, che sia un contatto telefonico o di persona, alla richiesta delle tariffe, c’è sempre la fatidica domanda formulata spesso nei modi più bizzarri: dal semplice “…e un po’ di sconto? All’automobilistico  “questi prezzi sono trattabili?” fino al fantasioso “ma un poco più poco non si può fare?”.

Manca solo qualcuno che si presenti come amico della signora Victoria, come in “Così parlò Bellavista” dove un simpatico vecchietto, ai grandi magazzini, chiedeva lo sconto, presentandosi come amico della signora Rinascente. In quel libro e poi nel film, Edoardo De Crescenzo distingueva gli uomini in due categorie: uomini d’amore e uomini di libertà e, fra le caratteristiche dei primi, poneva la propensione a trattare sui prezzi.

Lo sconto, diceva De Crescenzo, è un atto d’amore del venditore nei confronti del cliente e, per questo, in un paese civile, lo sconto dovrebbe essere obbligatorio e differente da persona a persona.

Io, personalmente, mi ritengo un uomo d’amore eppure non sono d’accordo con De Crescenzo. Innanzitutto per rispetto dei miei dipendenti e poi perché al Victoria Resort non ci sono clienti ma ospiti e verso loro “l’atto d’amore” sta nel cercare di rendere la permanenza presso il nostro hotel il più piacevole possibile.

Scontare tariffe già più basse rispetto alla media di Marina di Ascea e del Cilento costiero , vorrebbe dire squalificare i nostri servizi, di cui si conoscono i prezzi ma non il valore.

Chi ci sceglie lo deve fare consapevolmente, deve essere preparato ad essere soddisfatto: perché questa e la nostra missione.

Non vi interessa la grandezza delle camere, l’attenzione allo spazio che dovrete occupare? Non venite da noi.

Non vi interessa la colazione servita al tavolo con prodotti genuini e della migliore qualità? Non scegliete noi.

Pensate che la spiaggia a 500 metri sia troppo lontana per il prezzo che chiediamo? Ci sono posti più vicini al mare che costano  meno.

Noi non vogliamo vendere un posto letto, vogliamo essere silenziosi protagonisti della vostra vacanza.

Con due ospiti o con tutte le camere piene il nostro impegno non cambia. C’è solo un carico di lavoro diverso.

Perciò, se scegliete il Victoria Resort, non chiedeteci lo sconto.

È un atto d’amore.

 



Have your say